Certificazioni

9001

SCARICA IL CERTIFICATO

“Qualità significa fare le cose bene quando nessuno ti sta guardando.” Henry Ford

Perché la certificazione ISO 9001? La certificazione ISO 9001 è l attestazione il cui possesso dimostra che le attività dell’impresa rispecchiano i requisiti della norma ISO 9001. In questo modo il nostro cliente, finale o meno, può avere e riporre piena fiducia sul fatto che i nostri servizi e i nostri prodotti immessi sul mercato corrispondano a determinate specifiche e che tutte le fasi relative alla loro realizzazione siano ripercorribili e verificabili.
Essere certificati ISO 9001 non è obbligatorio, rappresenta piuttosto un impegno costante e duraturo nel tempo nel tener monitorati gli standard della propria azienda. L’adozione di questa certificazione quindi, è e diventerà sempre più, un qualche cosa di indispensabile per far fronte alle infinite sfide e richieste dei mercati.

 

 

Ed è per questo che SIDERTAGLIO SRL ha deciso, in coerenza con i propri ideali che applica sin dagli inizi degl’anni 60, di ottenere la Certificazione TUV SUD ITALIA ISO 9001 in quanto leader a livello internazionale della certificazione dei sistemi di gestione e qualità.

cert. 1090 pag.2cert. 1090 pag.1

La certificazione UNI EN 1090 è una certificazione obbligatoria a partire dal luglio 2014 per tutti i produttori di componenti strutturali in acciaio e alluminio, nonché per produttori di kit immessi sul mercato come prodotti finalizzati alle costruzioni. Questo tipo di certificazione è riconosciuta a livello internazionale. Viene certificata la capacità di una azienda a produrre materiale che risponde a tutte le caratteristiche qualitative richieste dalle norme UNI EN 1090 parte 1, 2 e 3, da parte di un ente terzo denominato ente di certificazione.

A chi interessa la certficazione UNI EN 1090

La certificazione UNI EN 1090 interessa i produttori di strutture in acciaio o in alluminio (ad esempio le carpenterie metalliche) che saranno obbligati a partire dal 1° luglio 2014 alla marcatura CE secondo la norma UNI EN 1090-1 (Esecuzione di strutture di acciaio e di alluminio).
La certificazione secondo UNI EN 1090 consente l'immissione sul mercato dei prodotti da costruzione all'interno dell'UE. Il 1° luglio 2013 è entrato in vigore il Regolamento europeo (UE) N. 305/2011 riguardante i prodotti da costruzione che introduce novità e obblighi per le aziende che operano nel mercato dei Prodotti da Costruzione e regola le condizioni per la marcatura CE.
Aziende che saranno obbligate ad essere certificate secondo la UNI EN 1090 sono ad esempio i produttori dei seguenti componenti in acciaio o alluminio:

  • prodotti in sezioni/profili di varia forma
  • prodotti laminati (piastre, lamiere, nastri)
  • barre, forgiati da acciaio e alluminio, protetti o non protetti contro la corrosione da rivestimenti o altri trattamenti superficiali, ad esempio anodizzazione dell'alluminio
  • componenti in acciaio utilizzati in strutture composte acciaio-calcestruzzo

Di conseguenza aziende che:

  • lavorano nella propria sede (definita “stabilimento) l'acciaio per il cemento armato precompresso;
  • realizzano strutture metalliche da posare in opera una volta finite;
  • realizzano parti di strutture metalliche composte da posare in opera una volta finite;
  • realizzano lamiere grecate;
  • realizzano profilati formati a freddo;
  • realizzano elementi strutturali;
  • attuano una “pre-lavorazione” di elementi strutturali da posare in opera successivamente;
  • producono carpenteria metallica;
  • producono bulloni, chiodi e staffe.

Vantaggi della certificazione UNI EN 1090

la certificazione UNI EN 1090 serve per:

  • poter marcare CE i propri prodotti strutturali in acciaio e alluminio e di conseguenza poterli vendere all'interno della comunità europea e ovviamente in italia
  • lavorare all'estero
  • partecipare agli appalti pubblici
  • essere inserito dai clienti all'interno del loro albo fornitori di prima scelta

È obbligatoria la Certificazione UNI EN 1090?

La certificazione secondo la UNI EN 1090 sarà obbligatoria a partire dal 1° luglio 2014 per tutti i produttori di componenti strutturali in acciaio e alluminio che intendono vendere il loro prodotto in Italia e in Europa.